Home Lombardia

Lombardia: Le città, i luoghi d'arte e naturalistici

La Lombardia è per estensione la quarta regione italiana ed occupa la parte centrale della pianura Padana. Si estende su tre livelli: Alpi, Prealpi e pianura Padana. A nord le Alpi Retiche e Lepontine la separano dalla Svizzera; nella catena alpina svettano il monte Bernina (4049 metri), il monte Cevedale (3754 metri), il Monte Disgrazia (3678 metri) e il monte Adamello (3554 metri). Al centro della fascia montana si estende la Valtellina, la valle in cui scorre il fiume Adda prima di gettarsi nel lago di Como. Le comunicazioni con la Svizzera si avvalgono dei valichi del Bernina e dello Spluga. 

Al centro della regione sorgono le Prealpi, con Le Grigne (2409 metri) e il Pizzo della Presolana (2541 metri). I laghi prealpini sono molto numerosi e tutti di origine glaciale: il lago Maggiore, il versante italiano del lago di Lugano, lago di Como, lago d'Iseo, lago d'Idro e la riva lombarda del lago di Garda, il più esteso lago italiano. A sud delle Prealpi si estende la zona collinare della Brianza, caratterizzata dal succedersi di modeste alture e piccoli altipiani dal suolo poco fertile ove trova spazio l'ambiente tipico della brughiera o boschi di conifere. Tra le colline affiorano qua e là piccoli e suggestivi laghi, come quelli di Varese, Monate, Comabbio, Pusiano e Annone. 

A sud-ovest la pianura Padana si estende al di là del Po fino all'appennino, creando due zone disteinte: l'alta pianura è meno fertile, ed occupata da città, industrie e vie di comunicazione, la bassa pianra è abbondantemente irrigata dalle acque , è più fertile e tradizionalmente dedita ad una agricoltura mloto ricca. L'abbondanza di acque della bassa pianura è stata sfruttata fin dai secoli scorsi con la costruzione di canali (i navigli) che regolano le piene dei fiumi, servono per l'irrigazione e un tempo erano importanti per i trasporti. 

Le caratteristiche climatiche della Lombardia sono molto differenzaite, passando dalle forti precipitazioni e dal clima freddo delle zone alpine al clima continentale della pianura (con inverni freddi ed estati afose). Clima di transizione nelle zone prealpine e un clima quasi mediterraneo attorno ai laghi , che consente anche coltivazioni di agrumi e ulivi. Nella bassa pianura nei periodi più freddi ristagna spesso la nebbia, che provoca notevoli danni ai trasporti e alla salute. La regione risente poco dell'influenza del mare essendo isolata dagli Appennini verso sud-ovest, mentre è invece molto esposta ai venti freddi di nord-est che provengono dalla pianura padano-veneta. 

La flora spontanea è molto ridotta a causa della trasformazione del paesaggio ad opera dell'agricoltura e delle altre attività. Sulle Alpi vi è il bosco ceduo e di castagni fino ai 1000 metri; sulle Prealpi prevale il bosco ceduo e in pianura le originarie brughiere. 

In lombardia sorgono numerosi i parchi naturali: parco del Ticino, parco delle Groane e il parco Nazionale dello Stelvio, che si estende tra Lombardia e Trentino. 

Milano, capoluogo regionale, è dopo Roma la seconda città per numero di abitanti. Si estende tra i fiumi Olona e Lambro, ai limiti tra l'alta e la bassa padana. Il nucleo storico originario, attorno all'attuale piazza del Duomo (XIV secolo), è di origine romana e attorno a esso si è sviluppatala città durante le epoche successive. Oggi la distinzione tra il centro storico e il resto della metropoli lombarda è indicato dalla cerchia dei navigli, limite dei quartieri circondati in antichità dalle mura medioevali e dai moli terminali dei canali (i navigli) allora utilizzati per la navigazione. Di notevole importanza monumentale la Basilica di Sant'Ambrogio (IV secolo), il Castello Sforzesco (XV secolo), il Teatro alla Scala (XVIII secolo), la Galleria Vittorio Emanuele II (XIX secolo). 

I principali centri attrezzati per il turismo invernale nella Valtellina e nelle vallate confinanti sono: Madesimo, Chiesa, Bormio, Santa Caterina. Importantissime le stazioni termali di San Pellegrino, Boario, Salice Terme e Mirandola, che sfruttano in grandi complessi alberghieri le acque minerali. 

Piatti "forti" tipicamente lombardi sono la "cassoeula" (stufato di maiale con cavolo), il risotto e la cotoletta alla milanese. Dolce lombardo per eccellenza è il panettone e la colomba; tra i vini: Barbera dell'Oltrepò Pavese e gli spumanti della Franciacorta. 


Viste della Lombardia

milano-cenacolo.jpg